Router Asus RT AC68U

Successore designato dell’ AC66U, oggi parliamo dell’Asus RT AC68U
Nota bene che esiste anche un modello che si chiama DSL-AC68U di cui abbiamo fatto la recensione che è dotato di modem interno. Quello esposto qui sotto invece è un router puro cui collegherete un modem esterno.

Diciamolo subito, questo “solo” router è una macchina da paura, progettata per sfruttare al massimo la tecnologia del momento, basandosi sugli standard del futuro che attualmente ben pochi dispositivi potranno sfruttare al massimo, per non parlare dei collegamenti internet cui siamo abituati in Italia, lontani anni luce dalle prestazioni sostenibili da questo mostro.
Se l’Asus voleva mettere in evidenza che adesso nel mercato dei router c’è un nuovo leader, possiamo dire che con questo modello hanno chiarito il concetto anche ai competitor più agguerriti.

Vediamo dunque quali sono le caratteristiche principali e quali le differenze nei confronti del rispettabilissimo predecessore AC66u che pur ci ha regalato tante soddisfazioni (e continuerà a farlo per molti di noi ancora per un bel pezzo).
Un dato che colpisce subito sono i 1900Mbps, ha cioè una capacità di trasferire dati mai vista finora, 1900 megabit per secondo sono molti… molti più di quanto un utente medio necessita nel 2014 ma soprattutto molti più di quanto le schede wifi attualmente diffuse sono in grado di raggiungere, quindi sia chiaro subito che senza adattatori superveloci non raggiungeremo i picchi da favola che leggiamo nelle roboanti descrizioni.
Meglio però essere chiari su come l’asus giunge a dichiarare la velocità di 1900Mbps. Tale velocità in realtà non si riferisce ad una singola connessione, ma alla somma di tutti i dati trasferibili su entrambe le bande in contemporanea, in particolare si potranno raggiungere i 1300Mbps sulla banda da 5ghz e 600Mbps sulla banda da 2,4ghz.
Se andiamo a confrontare le velocità raggiunte dal precedente modello, il mitico AC66U, notiamo che la differenza stà nella velocità della banda da 2,4ghz, che nel Ac66U era limitata ad un massimo di 450Mbps.
Questo sarebbe un punto non da poco perchè la banda da 2,4ghz grazie alla sua capacità di passare muri e ostacoli è in genere molto più sfruttata rispetto alla meno estesa e poco perforante banda da 5ghz, quindi quei 150Mbps di differenza possono o meglio potranno in futuro essere un grande vantaggio quando anche i client avranno schede wifi o adattatori in grado di raggiungere questi picchi (come vedremo in fondo alla pagina esistono adattori in commercio che supportano le velocità AC1900)
Ma dato che lo standard utilizzato per la banda 2,4ghz è il classico wireless N che abbiamo sempre visto viaggiare a 300Mbps o nei migliori casi a 450Mbps, come fa questo modello ad aumentare la velocità del 30% arrivando ai 650Mbps? la risposta stà nel chipset broadcom utilizzato, il BCM4709 con tecnologia TURBOQAM.

Ovviamente parliamo di velocità massime teoriche che nella realtà e con i migliori dispositivi riceventi si traducono in numeri inferiori, fino a calare bruscamente con l’aumentare di interferenze e ostacoli.
Per chi si sta domandando se la navigazione internet possa avere bisogno di queste velocità la risposta è no, almeno non per adesso e non certo con le linee italiane attuali, diverso è il discorso per il trasferimento dati tra dispositivi collegati alla nostra rete domestica dove potremo sfruttare tutta la velocità a disposizione senza il collo di bottiglia dell’accesso ad internet che tuttavia godrà piuttosto di altre qualità di questo router.

I pregi di questo prodotto non si limitano infatti alla velocità, in effetti la presenza di un processore dual core (Arm Cortex A9 clocked da 800MHz) abbinato ad una ram DDR3 da 256MB regalano potenza e scatto non solo in fase di boot ma in qualsiasi situazione di pesanti download, grande traffico e connessioni multiple, nonchè nella gestione delle connessioni usb, non a caso l’asus con questo modello introduce una porta usb 3.0 enormemente più veloce delle precedenti usb 2.0.
Altra nota importante è la possibilità di collegare via usb oltre a stampanti e periferiche anche chiavette 3g/4g, rendendo così disponibile una connessione mobile a tutti gli altri dispositivi presenti nella vostra casa, molto utile come connessione di emergenza in caso di problemi alla linea fissa o in quei luoghi dove non è attiva una linea adsl tradizionale.
Bassa latenza nei giochi e grande capacità di gestire multiple attività contemporanee sono l’ovvia conseguenza delle capacità hardware di questo router. Permettendo ad esempio uno streaming HD contemporaneamente al gioco online con bassa latenza.
Completano il quadro, 5 porte ethernet rigorosamente Gigabit.
Asus ICloud utilizzabile per streaming e condivisione file con amici e familiari.
L’ormai consolidata tecnologia AiRadar che abbiamo già visto all’opera in altri modelli asus e che ottimizza il segnale wifi verso i dispositivi che più ne hanno bisogno.
Un pannello di controllo molto completo permette di monitorare e gestire le attività di rete in maniera superba senza tuttavia spaventare chi smanettone non è, lasciando all’utente la decisione di addentrarsi o meno tra le opzioni complesse.

tecnologyblog78

About tecnologyblog78

Giovane Siciliano di 36 anni appassionato di tecnologia in genere. Nutre una vera e propria passione per lo spazio ed anche per gli smartphone. Grazie a questo nuovo progetto vuole riuscire a portare l’informazione tecnologia ad un nuovo livello. Ora anche gli utenti meno capaci potranno trovare uno spazio in cui gli sarà facile masticare tecnologia.