Google vorrebbe realizzare l’ennesima app di messagistica, per non farvi usare Google!

Speech bubbles seamless pattern.

Google Talk, Google Hangouts, Google Voice, Google Messenger: questi non solo i nomi più illustri delle tante incursioni di Google nel mondo della messaggistica, sia questa via voce o testo, via SMS o via internet. Pensate quindi che basti così? Il Wall Street Journal non è d’accordo con voi.

Google starebbe infatti preparando un nuovo servizio di messaggistica per dispositivi mobili, che non permetta solo di mettersi in contatto con i propri amici, ma di comunicare anche con degli appositi chatbot: una sorta di piccole intelligenze artificiali che rispondano alle domande degli utenti. Non pensate a cose troppo fantascientifiche: è un po’ come avere la Ricerca Google sempre a portata di mano, perché questa è già in grado di rispondere a domande piuttosto complesse, grazie alla potenza del knowledge graph costruito negli anni dall’azienda.

Per rendere il servizio ancora più potente, il WSJ riporta che Google vorrebbe permettere anche a sviluppatori di terze parti di integrare i propri servizi in appositi chatbot, in modo che gli utenti possano ricevere risposte a domande ancor più complesse, integrandosi ancor meglio con le app presenti sul proprio dispositivo.

Google sarebbe al lavoro da almeno un anno su questa fantomatica app, e se l’idea di un ennesimo servizio di messaggistica fa alzare gli occhi al cielo, dal punto di vista degli uomini di Mountain View la cosa potrebbe avere senso, dato che la concorrenza si fa sempre più agguerrita e che Google rischia di perdere terreno non tanto nel campo delle chat, ma anche in quello della ricerca, in particolare nei confronti del colosso Facebook/WhatsApp.

Quest’ultimo è infatti ormai molto più di un “semplice” social network: è il luogo in cui la gente si informa su quello che accade nel mondo, in cui cerca informazioni su ristoranti, locali e altri luoghi, in cui guarda video, in cui comunica con i propri amici, e che minaccia di avere un assistente di tutto rispetto. Facebook è insomma sempre più il rivale da battere per Google, e la sfida potrebbe segnare la duplicazione di servizi già esistenti per noi utenti. Il punto è: quali sceglieremo alla fine nella nostra quotidianità?

tecnologyblog78

About tecnologyblog78

Giovane Siciliano di 36 anni appassionato di tecnologia in genere. Nutre una vera e propria passione per lo spazio ed anche per gli smartphone. Grazie a questo nuovo progetto vuole riuscire a portare l’informazione tecnologia ad un nuovo livello. Ora anche gli utenti meno capaci potranno trovare uno spazio in cui gli sarà facile masticare tecnologia.