Elite X3: HP ritorna nel mercato degli smartphone, con Windows 10 Mobile

Elite X3: HP ritorna nel mercato degli smartphone, con Windows 10 Mobile

L’azienda americana presenta uno smartphone con schermo da poco meno di 6 pollici, destinato al pubblico dei professionisti e che grazie ad alcuni accessori sviluppa ulteriormente il concetto di Continuum

Il nome è quello emerso nelle scorse settimane: Elite X3 è il nuovo smartphone presentato ufficialmente da HP in occasione del Mobile World Congress di Barcellona. Ad una prima vista si tratta di un prodotto basato su sistema operativo Windows 10 abbinato a tecnologia Continuum di Microsoft, ma secondo HP questo è solo uno degli aspetti che compongono questa piattaforma per la quale pensare a questi due soli elementi è a dir poco riduttivo.

hp_elite_x3_4.jpg (85673 bytes)

Partiamo dal target di riferimento per il quale questo nuovo smartphone è stato sviluppato: per HP Elite X3 si tratta di “executives e productivity workers for commercial”, cioè dei dirigenti di azienda e di quei dipendenti che svolgono attività legate fortemente alla produttività personale. Pensando a questi utenti HP vuole fornire uno strumento di calcolo e di produttività personale, non quindi unicamente un dispositivo per consultare informazioni ma anche per creare dati, che grazie a Continuum possa trovare delle modalità di utilizzo che sono differenti rispetto a quelle standard e che possa operare quale centro di aggregazione di tutti i dati utili.

La scelta del sistema operativo Windows 10 Mobile è quindi stata per HP di fatto un passaggio obbligato, pensando a come negli ambienti aziendali siano i sistemi operativi Windows di Microsoft quelli maggiormente diffusi. Con Elite X3, grazie a Windows 10 Mobile, i responsabili IT dell’azienda non si devono preoccupare di assicurare compatibilità tra le applicazioni e i dati utilizzati nei sistemi desktop Windows e quelli dei quali si serve Elite X3, grazie alle universal App di Microsoft. Tutto questo funziona molto bene in teoria, mentre all’atto pratico l’ecosistema Windows 10 Mobile fa ancora fatica ad emergere visto il coinvolgimento degli sviluppatori che creano App che è ben inferiore a quello che si può osservare per iOS e Android.

hp_elite_x3_5.jpg (33279 bytes)

Elite X3 non è nelle intenzioni di HP solo uno smartphone con OS Windows 10 Mobile e tecnologia Continuum, ma una soluzione molto più completa e che vuole aprire spazi di utilizzo differenti rispetto a quelli tipici di proposte concorrenti. Osservando le caratteristiche tecniche, del resto, si può meglio intendere cosa voglia dire HP con questo. Partiamo dal SoC, un modelloQualcomm Snapdragon 820 che rappresenta l’ultima evoluzione del produttore americano oltre che un passo in avanti rispetto a quanto implementato, ad esempio, da Microsoft nei modelli Lumia 950 e Lumia 950XL. Questo SoC assicura, a detta di HP, quella potenza di calcolo indispensabile per garantire una esperienza d’uso con Continuum che sia realmente apprezzata dagli utenti.

Lo schermo da 5,96 pollici di diagonale ha risoluzione WQHD (2560×1440 pixel), di tipo AMOLED con finitura Corning Gorilla Glass 4. Una diagonale di questo tipo, se valesse ancora questa classificazione degli smartphone, farebbe rientrare a pieno diritto Elite X3 nella categoria dei phablet. La memoria onboard è di 4 Gbytes, con tecnologia LPDDR-4, mentre lo storage locale è pari a 64 Gbytes. HP certifica lo slot SD di espansione come compatibile con schede memoria da 2 Terabytes, capacità che in futuro potrebbe venir offerta sul mercato.

Essendo questo un prodotto rivolto al mercato dei professionisti non manca un sottosistema audio particolarmente curato, sviluppato da B&O e dotato di due altoparlanti frontali e sistema di cancellazione attiva del rumore di fondo. Tutto questo, assieme alla fotocamera frontale da 8 Mpixel, è stato implementato in modo da assicurare una elevata qualità nelle videoconferenze.

hp_elite_x3_6.jpg (44802 bytes)

Sicurezza e resistenza sono due altri requisiti che HP ha voluto assicurare in Elite X3: questo smartphone è dotato di certificazione IP-67 (immersione sino a 30 minuti sino a 1 metro di profondità) e rispecchia lo standard Mil Standard 810G, compresa la resistenza alla caduta da un’altezza di 4 piedi. HP ha implementato tecnologie di Secure Boot, Image Encryption, Anti-roll Back a livello hardware grazie al lavoro congiunto sviluppato con Qualcomm. Lato software la partnership con Microsoft ha portato all’implementazione di TPM 2.0. hardware encryption e Bitlocker 128bit encryption, e non manca il supporto a FIPS 140.2 Cryptography.

Tra le restanti caratteristiche tecniche segnaliamo la fotocamera posteriore da 16 Mpixel, labatteria da ben 4.150 mAh, lo spessore di 7,8 millimetri, il supporto dual SIM (due schede Nano SIM oppure una scheda Nano SIM e una scheda memoria SD). Nei sample mostrati durante la presentazione e qui raffigurati non è stato ancora implementato un sensore di impronte digitali, ma HP ha confermato come questa funzionalità farà parte di Elite X3 al debutto venendo posizionato nella parte posteriore sotto la fotocamera.

Caratteristiche tecniche di rilievo, sistema operativo Windows 10 Mobile e una costruzione improntata alla robustezza e ad una elevata autonomia di funzionamento: questi gli elementi alla base di Elite X3, ma c’è altro che HP ha inserito in quello che possiamo definire un vero e proprio ecosistema per questo prodotto.

hp_elite_x3_3.jpg (64439 bytes)
Elite X3 installato nella Desk Dock

Per sfruttare la tecnologia Continuum HP propone con Elite X3 la propria Desk Dock, sulla quale viene inserito direttamente lo smartphone così da provvedere alla sua ricarica in forma rapida, al collegamento con uno schermo e all’interfacciamento con altri dispositivi grazie alla presenza di connettori USB-C e USB-A. Non manca anche una connessione di rete Ethernet, grazie alla quale assicurare le massime velocità di trasferimento dei dati una volta inseriti nella propria rete aziendale.

hp_elite_x3_2.jpg (59092 bytes)
HP Mobile Extender

Un secondo accessorio è indicato con il nome di Mobile Extender, che di fatto visto da fuori è identico ad un notebook. Integra uno schermo da 12,5 pollici, porte di connessione con le perferiche, una batteria da 48 Wh e ovviamente una tastiera con touchpad ma non presenta al proprio interno un SoC o della memoria, in quanto funge da display e interfaccia di I/O per Elite X3 in modo simile a quanto avverrebbe via Continuum collegando a Desk Dock un display, mouse e tastiera.

hp_elite_x3_1.jpg (27988 bytes)
connessioni posteriori della Desk Dock

HP ha confermato come Elite X3 verrà abbinato anche ad altri accessori più tradizionali, quali cover studiate ad hoc, che verranno mostrate in prossimità del lancio ufficiale sul mercato. Parliamo quindi di disponibilità: ci sarà da attendere sino alla fine dell’estate per la commercializzazione, che avverrà in contemporanea in 10 nazioni Italia inclusa.

Un prodotto destinato al pubblico dei professionisti, che HP venderà attraverso i propri partner oppure direttamente sul proprio sito web proponendo in particolare dei bundle tra smartphone e accessori, soprattuto Desk Dock e Mobile Extender. Nelle intenzioni dell’azienda Elite X3 non è destinato agli utenti finali, ma i consumatori privati potranno se interessati averlo a disposizione ottenendo, secondo HP, un prodotto che ne incarna 3 al proprio interno ai quali allude il nome: un phablet, un tablet (per quanto di piccole dimensioni) e una soluzione desktop. Al momento attuale, vista anche la distanza temporale con il periodo di debutto sul mercato, non si hanno informazioni sui prezzi.

tecnologyblog78

About tecnologyblog78

Giovane Siciliano di 36 anni appassionato di tecnologia in genere. Nutre una vera e propria passione per lo spazio ed anche per gli smartphone. Grazie a questo nuovo progetto vuole riuscire a portare l’informazione tecnologia ad un nuovo livello. Ora anche gli utenti meno capaci potranno trovare uno spazio in cui gli sarà facile masticare tecnologia.