Android M: tutte le novità e le promesse della prossima versione di android

Nella serata di ieri in occasione della conferenza di apertura dell’I/O 2015 Google ha ufficializzato l’arrivo di una nuova versione del sistema operativo android, per ora chiamata con il nome in codice Android M.

Per il numero e l’importanza dei cambiamenti apportati si tratterà di una major release, proprio come lo è stato lo scorso anno Android L / Lollipop.

tutto su android m

Di seguito vi illustreremo tutte le principali novità fino ad ora emerse (l’articolo verrà aggiornato continuamente).

Sicurezza

Quello dei permessi da concedere alle app è sempre stato un argomento molto sensibile per gli utenti android ed è per questo che con la prossima release Google permetterà di poter scegliere se accordare o meno ai programmi installati l’autorizzazione ad usare determinate risorse (posizione, fotocamera, rubrica, identità, ecc..).

Una sorta dell’App Ops di Android 4.3, ma questa volta abilitato in maniera predefinita per tutti.

android-m-permessi-3

Per rendere le cose più semplici gli sviluppatori potranno inoltre implementare un sistema di richiesta dei permessi basati su dei popup.

android-m-permessi-2

Batteria

Proprio come Lollipop, anche Android M prevederà una serie di misure che mirano a ridurre il più possibile il consumo della batteria.

La più importante è chiamata Doze, uno stato in cui il telefono cercherà di riconoscere da solo i periodi prolungati di inattività e bloccare le attività in background, lasciando però intatte le notifiche più importanti (una sorta quindi di risparmio energetico automatico).

android m doze

Secondo i test condotti da Google si tratta di un cambiamento che da solo potrebbe addirittura raddoppiare la durata della batteria durante lo standby del telefono.

Google Now

Con Android M l’assistente vocale Google Now diventerà “più presente” grazie al nuovo servizio Now on tap.
L’utente ora potrà richiamare Google Now da qualsiasi schermata senza abbandonarla attraverso il tasto home, ottenendo informazioni contestualizzate su quello che si sta guardando.

android m now on tap

Nell’esempio fatto da Google l’utente riceve un invito per email per andare a guardare un film. Richiamando Google Now gli verranno subito proposte le informazioni più attinenti, come ad esempio il trailer, le recensioni o la possibilità di acquistare il biglietto (qui maggiori informazioni).

Backup

Una nuova funzionalità che senz’altro apprezzeranno in molti è quella del backup automatico e completo delle app.
Ogni 24 ore il sistema effettuerà un salvataggio dello stato di tutte le applicazioni installate sul telefono che comprende anche le impostazioni, con un limite massimo di 25 MB per singola app (il backup è effettuato sui server Google).

In caso di rottura o cambio del telefono l’operazione di restore provvederà a ripristinare poi il tutto.

android m auto bakcup

La funzione nel momento in cui scriviamo non è ancora stata vista all’opera e in ogni caso quello che verrà salvato dipenderà sempre dalle scelte dello sviluppatore che dovrà adeguare le sue app (qui maggiori informazioni).

Grafica

Android M non dovrebbe prevedere cambiamenti alla grafica del sistema operativo, ma all’interno del menù opzioni sviluppatore ci sono tracce di una impostazione che permette di avere un’interfaccia con sfondo scuro anziché bianco.

android-m-grafica-scura

Altro

Android M prevederà nativamente il supporto a:

  • lettore di impronte digitali
  • connettore USB Type-C
  • sistema di pagamento tramite NFC Android Pay
  • bluetooth 4.2

Tempi di rilascio

Al momento Android M è da considerarsi soltanto una release di anteprima per gli sviluppatori.
La versione definitiva per il pubblico è prevista per la fine dell’anno, quindi molto probabilmente le tempistiche di rilascio dei vari produttori saranno le stesse di quelle che abbiamo visto con Android Lollipop.

tecnologyblog78

About tecnologyblog78

Giovane Siciliano di 36 anni appassionato di tecnologia in genere. Nutre una vera e propria passione per lo spazio ed anche per gli smartphone. Grazie a questo nuovo progetto vuole riuscire a portare l’informazione tecnologia ad un nuovo livello. Ora anche gli utenti meno capaci potranno trovare uno spazio in cui gli sarà facile masticare tecnologia.