Asus pubblica un tool per lo sblocco del bootloader di ZenFone 2

I possessori di ZenFone 2 appassionati di modding da oggi potranno sbizzarrirsi grazie al nuovo tool Unlock Device App rilasciato direttamente da Asus. Grazie a questo programma sarà infatti possibile sbloccare il bootloader del proprio ZenFone 2 in modo da installare “custom ROM” e quant’altro.

Prima di procedere con il download e lo sblocco è bene prendere atto di alcuni punti. Il primo riguarda il fatto che il terminale deve montare una release software pari o superiore alla V2.20.40.59, quindi sarà necessario aggiornarlo nel caso in cui ci si trovi a una versione precedente. Gli altri punti, invece, riguardano gli “svantaggi” conseguenti allo sblocco: il vostro smartphone non sarà più coperto da garanzia come “Prodotto Originale” e non sarà possibile ricevere gli aggiornamenti software direttamente da Asus.

Asus segnala, inoltre, che non c’è alcun modo per ripristinare il dispositivo a uno stato di “Prodotto Originale” una volta che si da il via alla procedura, quindi è bene valutare attentamente questo punto prima di effettuare lo sblocco del bootloader dello smartphone. Se quindi siete consci dei rischi a cui andare incontro e volete comunque sbloccare il vostro terminale, non vi resta che scaricare il tool Unlock Device App da questo link.

  • Asus ZenFone 2 è disponibile online da Trony a 199 euro. Il rapporto qualità prezzo è discreto. Ci sono 55 modelli migliori.
  • Asus ZenFone 2 ZE551ML è disponibile online da Amazon a 292 euro oppure da Unieuro a 334 euro. Il rapporto qualità prezzo è buono ma ci sono 5 modelli migliori.
  • Disponibili su : ZenFone 2 a 149 euro e ZenFone 2 ZE551ML a 216 euro.

(aggiornamento del 14 ottobre 2015, ore 13:01)
tecnologyblog78

About tecnologyblog78

Giovane Siciliano di 36 anni appassionato di tecnologia in genere. Nutre una vera e propria passione per lo spazio ed anche per gli smartphone. Grazie a questo nuovo progetto vuole riuscire a portare l’informazione tecnologia ad un nuovo livello. Ora anche gli utenti meno capaci potranno trovare uno spazio in cui gli sarà facile masticare tecnologia.