Asus ZenFone 2 recensione e come và

Asus ZenFone 2 recensione e come và, il ZenFone 2 è disponibile in due versioni, entrambi hanno un display da 5.5 “, 1920 x 1080 Full HD IPS, una buona fotocamera posteriore da 13mp, e quella frontale da 5 megapixel, dual band 802.11ac Wi-Fi, Bluetooth, NFC e uno slot per schede microSD.

Sono alimentati da una CPU Intel, un modello è con clock a 1.8 GHz, dispone di 2 GB di RAM e 16 GB di memoria l’altro ha una CPU Intel 2,3 GHz, 4 GB di RAM e 64 GB di memoria, caratteristiche molto importanti sopratutto se relazionate al prezzo.

L’Asus è un telefono GSM sbloccato, e questo significa che è possibile utilizzarlo con qualsiasi vettore GSM. In realtà, è un dual SIM, significa che è possibile utilizzare due schede SIM allo stesso tempo. Il primo slot gestisce voce e dati, mentre il secondo gestisce voce e testi e non dati.

Mentre l’ Alcatel OneTouch Idol 3 abbiamo visto che mira esattamente a magrezza e all’estetica, l’Asus ZenFone 2 va per le alte prestazioni. Non è un telefono particolarmente leggero e non è sottile, anche se i margini si assottigliano abbastanza per farlo sembrare sottile.

La forma curva è comoda in mano e le finiture posteriori non sono liscie, quindi non è scivoloso. Il telefono cellulare è  di plastica, e Asus offre 4 colori, argento, nero, rosso e oro, il tutto con una finitura in alluminio finto che non inganna nessuno.

Anche se la batteria non è rimovibile, la parte posteriore è rimovibile e troverete uno slot per schede microSD e due micro slot per schede SIM in quanto questo è un telefono dual SIM. La parte posteriore è un po’ più difficile da rimuovere rispetto alla maggior parte dei telefoni, e abbiamo dovuto tirare il punto di leva e lavorare con l’unghia intorno al bordo per farlo uscire fuori.

Come LG, Asus mette i pulsanti del volume sul retro del telefono, dove l’indice cade naturalmente (ipotizzando una mano medio-grande). A differenza di LG, il pulsante di accensione è sulla parte superiore piuttosto che situato tra i pulsanti del volume. La buona notizia è che non si può colpire accidentalmente il pulsante di accensione quando si muovono i controlli del volume; la cattiva notizia è che il pulsante di accensione è sul bordo in alto.

Dal momento che il ZenFone 2 supporta il doppio tocco per svegliare o far dormire il telefono, non dovrete utilizzare il pulsante di alimentazione molto spesso. Quando il telefono sta dormendo è possibile utilizzare i gesti come disegnare la lettera “c” per riattivare il telefono o avviare la fotocamera.

I controlli del volume hanno una superficie tratteggiata, per aiutare le dita al riconoscimento, a differenza del LG G4. Come la maggior parte i telefoni, il ZenFone 2 ha un sensore di luce ambientale, sensore di prossimità e giroscopio.

Il ZenFone 2 ha un gradevole 5.5 “IPS display. Il modello di fascia più bassa ha un display a 720p, ma entrambi i nostri modelli hanno un full HD 1920 x 1080. Asus offre alcune impostazioni per il bilanciamento del colore tra cui la modalità standard predefinita, vivace e una modalità di lettura che sintonizza i colori un po’ meno vivaci.

Lo schermo è colorato, anche se ovviamente non come iper-vivide come un display Super AMOLED utilizzati sui modelli di fascia alta Samsung o come il’iPhone 6 Plus. Il contrasto è buono, così come la buona densità di pixel a 400 PPI. No, non c’è una risoluzione in QHD, e non troverete mai un telefono con tale risoluzione per 200/300€.

Onestamente, avete bisogno di un buon set di bulbi oculari per capire la differenza tra full HD e QHD su uno smartphone. La luminosità è buona, anche se il  display non è brillante come il Galaxy S6 o l’iPhone 6, e questo significa che è un po’ più difficile da vedere all’aperto sotto il sole.

Entrambi ZenFone 2 operano con un processore Intel Atom quad core, CPU a 64 bit con grafica PowerVR G6430. Il modello da 199 euro ha un chipset da 1.8 GHz Intel Z3660, mentre il modello da 300 euro ha un chipset da 2.3 GHz Intel Z3580. Si tratta di CPU veloci, in particolare il 2,3 GHz che ha guadagnato un posto nella top 5 dei telefoni Android più veloci.

Il modello da 2.3 GHz, dispone di 4 GB di RAM a doppio canale. RAM a doppio canale consente una maggiore velocità, ed è qualcosa che abbiamo visto anche sui computer portatili e desktop, ma mai sui telefoni. In realtà, questo è uno dei primi smartphone ad avere 4 GB di RAM (è richiesta una CPU a 64 bit per lavorare con 4 giga o più di RAM).

Il modello di fascia alta ha un generoso 64 GB di memoria, che è ancora una volta insolito per un telefono cellulare a questo prezzo. C’è una scheda microSD per l’espansione della memoria, e il telefono cellulare monta l’ultimo sistema operativo Android Lollipop 5.0 che permette di spostare alcune applicazioni sulla scheda SD.

La telecamera frontale ha una risoluzione da 5 megapixel per foto, video chat e selfie. E’ in grado di catturare video a 1080p, e scattare foto ragionevolmente brillanti e dettagliate. La vera star è la fotocamera da 13mp posteriore, non perché utilizza il sensore più costoso o ha un’alta risoluzione, ma perchè scatta foto di qualità eccellente.

Alcune caratteristiche includono la profondità di campo, HDR, una modalità di scarsa illuminazione, GIF animate, Panorama, Time lapse e Time Rewind. C’è anche una modalità manuale per coloro che preferiscono armeggiare con le impostazioni.

La durata della batteria su entrambi i modelli da 1.8 GHz e 2.3 GHz abbiamo visto che non sono abbastanza male, ma nemmeno stellari. Quello da 1.8 GHz consuma meno potenza, e può durare anche piu di una giornata con uso medio, mentre quella del 2,3GHz può arrivare tranquillamente a fine giornata.

Per il momento abbiamo finito, penso che da oggi starò più attento quando mi troverò ad acquistare uno smartphone, perchè oggi, specialmente se guardiamo all’ASUS ZenFone 2, veramente si può comprare un telefono con delle caratteristiche di fascia alta ad un piccolo prezzo. Questo smartphone merita un grande voto, almeno 9+, per le sue caratteristiche e il suo fantastici prezzo.

tecnologyblog78

About tecnologyblog78

Giovane Siciliano di 36 anni appassionato di tecnologia in genere. Nutre una vera e propria passione per lo spazio ed anche per gli smartphone. Grazie a questo nuovo progetto vuole riuscire a portare l’informazione tecnologia ad un nuovo livello. Ora anche gli utenti meno capaci potranno trovare uno spazio in cui gli sarà facile masticare tecnologia.