CES 2017, Samsung presenta i tv con tecnologia QLED

I nuovi tv con tecnologia Quantum Dot hanno schermi sottilissimi che promettono colori luminosi e brillanti

I nuovi QLED TV di Samsung Qualsiasi cosa Samsung dovesse annunciare durante la sua conferenza stampa al Consumer Electronics Show c’era un solo pensiero nella mente di tutti: il Galaxy Note 7. Diranno qualcosa? Faranno finta di niente? Per spazzare subito via l’argomento, Tim Baxter, Presidente di Samsung Electronics America ha esordito parlando proprio della clamorosa vicenda che ha portato al blocco della produzione dell’ultimo smartphone, quando le unità vendute erano già 2 milioni — con oltre il 90% poi ritirato dal mercato.

“Nonostante il passo falso abbiamo continuato a guardare avanti”, ha detto Baxter, indicando la voglia di Samsung di dialogare con i propri clienti e di ricevere feedback attraverso tutti i canali disponibili: solo negli Stati Uniti, ad esempio, 25 milioni di persone si sono messe in contatto con l’azienda attraverso il servizio Samsung Plus.

Come sempre, a Las Vegas i coreani ripartono dai tv, settore in cui Samsung è leader negli Stati Uniti da 11 anni (circa metà dei tv venduti negli Stati Uniti oggi sono Samsung), e al primo posto nella classifica mondiale per il secondo anno consecutivo.

I nuovi QLED TV di Samsung

“Tv belli da guardare, sia da accesi che da spenti”, ha detto Joe Stinziano, Executive VP Samsung America. La nuova linea, con schermi piatti e curvi, si chiama QLED TV — con la Q, da non confondere con gli OLED con la O — e sta a indicare i pannelli dotati di nuova tecnologia Quantum Dot in grado di offrire migliore luminosità e definizione, e una fedeltà di colori costante nel tempo.

tecnologyblog78

About tecnologyblog78

Giovane Siciliano di 36 anni appassionato di tecnologia in genere. Nutre una vera e propria passione per lo spazio ed anche per gli smartphone. Grazie a questo nuovo progetto vuole riuscire a portare l’informazione tecnologia ad un nuovo livello. Ora anche gli utenti meno capaci potranno trovare uno spazio in cui gli sarà facile masticare tecnologia.