Crea sito

Ecco Huawei Mate 8: il phablet da 6″ con Marshmallow

Nel corso della mattinata, Huawei ha ufficializzato in Cina il nuovo Mate 8: il dispositivo, largamente anticipato da diversi rumor, si scontrerà con diversi colossi della telefonia grazie a caratteristiche al top ed un design elegante e, permettetecelo, davvero bello.

Iniziamo il nostro articolo con un’importante premessa: le informazioni a nostra disposizione riguardano lo smartphone e le relative configurazioni in assetto cinese. Dovremo aspettare il CES 2016 di Las Vegas il prossimo gennaio per potere avere più indicazioni sulle versioni che arriveranno sul suolo europeo; fatta la necessaria premessa scopriamo assieme il nuovo Mate 8, smartphone che rappresenta un ulteriore miglioramento rispetto al Mate S, andando così a distaccarsi nelle prestazioni ancor di più dal Mate 7.

Mate 8

Mate 8 sarà dotato di display da 6″ con risoluzione FullHD e rivestimento in vetro Gorilla Glass di tipologia leggermente curvo (2.5D come, tra gli altri, iPhone 6 e successivi). Ciò che impressiona positivamente dando una prima occhiata alla parte frontale del Mate 8 è l’assenza di cornici attorno al grande display soprattutto sui due lati. Le repentine curve del display 2.5D vanno infatti immediatamente a legarsi con le parti laterali dello smartphone creando un unità che appare già dalle foto stampa molto solida e bilanciata. In merito al display, pur essendo uguale nelle dimensioni a quello del Mate 7, in Mate 8 Huawei assicura una precisione nella palette colori che gli permette di coprire il 95% della gamma NTSC.

Mate 8

Sul posteriore troviamo come da tradizione Huawei il sensore per la scansione delle impronte digitali (migliorato rispetto a quello di Mate 7, forse uguale a quello già visto in Mate S seppur tondo), e un grande anello in cui è incastonato il sensore Sony IMX298 da 16 MP della fotocamera dotata di stabilizzatore ottico dell’immagine e apertura f/2.0. Per quanto riguarda la fotocamera frontale, troveremo invece un sensore da 8 MP che dovrebbe garantire selfie perfetti.

La potenza del Mate 8 sarà erogata, come largamente anticipato, dal nuovissimo processore Kirin 950 ufficializzato dall’azienda proprio all’inizio di novembre. La particolarità di questo processore è data dal fatto che per la prima volta in un octa-core vengono utilizzati quattro processori molto potenti Cortex A72 a 2.3GHz e quattro processori ad ottimo impatto energetico Cortex A53 a 1.8GHz con grafica Mali T880MP4. Oltre a questo pacchetto davvero performante il Mate 8 sarà dotato anche di coprocessore i5 (da non confondere con l’i5 di Intel): un piccolo processore aggiuntivo che si occuperà di eseguire alcuni task quali il riconoscimento vocale, sistemi di localizzazione, riproduzione di tracce MP3 a basso bitrate senza disturbare il fratello più potente favorendo così in maniera estrema la durata della batteria.

Rimanendo in tema di batteria, Huawei ha accontentato i suoi fedeli utenti che avevano sempre definito la batteria del Mate 7 troppo piccola per un phablet di quelle dimensioni: in Mate 8, infatti, l’azienda è riuscita ad integrare una batteria da ben 4000mAh che garantirà prestazioni, almeno sulla carta, ottime.

Non ci resta che affrontare la questione relativa al software: Huawei, grazie anche probabilmente ai test che ha condotto sul Nexus 6P di sua produzione, ha già approntato una versione della EmotionUI aggiornata (EMUI 4.0) basata su Android 6 Marshmallow. Dovremo aspettare un po’ di settimane per vederla all’opera ma è davvero indicativo notare come Huawei sia a questo punto il secondo produttore (dopo LG) ad aver già pronta una versione di Marshmallow resa compatibile con la sua particolare interfaccia.

Non ci resta che terminare affrontando la spinosa questione di varianti e disponibilità: il Mate 8 sarà disponibile in Oro Champagne, Argento Moonlight, Grigio Siderale e Marrone Mocha in tre versioni che si differenziano, come da tradizione della compagnia, e su RAM, e su memoria interna disponibile. Per Mate 8 Huawei ha scelto di dotare il modello da 32GB di 3GB di RAM e i modelli da 64GB e 128GB di 4GB di RAM. Durante il CES 2016, saremo in grado di offrirvi maggiori dettagli su quali varianti giungeranno nel nostro Paese e soprattutto a quali #superprezzi.

tecnologyblog78

About tecnologyblog78

Giovane Siciliano di 36 anni appassionato di tecnologia in genere. Nutre una vera e propria passione per lo spazio ed anche per gli smartphone. Grazie a questo nuovo progetto vuole riuscire a portare l’informazione tecnologia ad un nuovo livello. Ora anche gli utenti meno capaci potranno trovare uno spazio in cui gli sarà facile masticare tecnologia.