Fastweb e TIM insieme per la fibra da 1 Gbps in 29 città

Fastweb e TIM collaboreranno per la realizzazione di una rete FTTH (Fiber to the Home) che entro il 2020 consentirà di fornire servizi da 1 Gigabit al secondo in 29 città. La nuova partnership, basata su una joint venture in cui Fastweb aderirà con il 20% e TIM l’80%, di fatto potenzierà la rete di 3 milioni di unità abitative già raggiunte dall’architettura FTTC (Fiber to the Cabinet). L’investimento complessivo della nuova società sarà di circa 1,2 miliardi di euro.“La joint venture realizzerà per conto delle due società le opere civili e di posa delle fibre ottiche lungo la rete secondaria (dagli armadi di strada sino alla casa del cliente) consentendo a ciascuno dei due operatori di condividere i costi di scavo, di stabilire gli standard di qualità della propria rete e di offrire servizi sempre più performanti”, puntualizza la nota ufficiale.

fastweb

L’intera operazione permetterà non solo la fornitura di servizi agli utenti finali ma anche una rinnovata offerta all’ingrosso per gli altri operatori. Da rilevare che per Fastweb si parla di un piccolo cambio di strategia in relazione allo sviluppo della rete. Se prima indicava in 11 milioni il numero di unità raggiunte da FTTC entro fine 2016, adesso si parla di 8 milioni. Ma per l’FTTH l’obiettivo entro il 2020 è di 5 milioni, invece che 2 milioni. Fermo restando il fatto che entro la stessa data sarà coperto il 50% della popolazione con la banda ultralarga.

TIM ha fatto sapere che nei prossimi 18 mesi acquisirà̀ da Fastweb le infrastrutture con tecnologia FTTH che consentiranno di collegare alla sua rete circa 650mila unità immobiliari in 6 città con un anno di anticipo rispetto al piano industriale.

Ieri il consiglio di amministrazione di Telecom Italia ha approvato la relazione finanziaria semestrale e confermato che si è trattato del miglior risultato dal 2009. L’utile netto è stato di 1 miliardo di euro mentre l’EBITDA è cresciuto del 2,4 % rispetto al periodo precedente. I ricavi consolidati sono stati di 9,1 miliardi di euro. Cresciuto soprattutto l’ambito consumer grazie al segmento mobile.

tecnologyblog78

About tecnologyblog78

Giovane Siciliano di 36 anni appassionato di tecnologia in genere. Nutre una vera e propria passione per lo spazio ed anche per gli smartphone. Grazie a questo nuovo progetto vuole riuscire a portare l’informazione tecnologia ad un nuovo livello. Ora anche gli utenti meno capaci potranno trovare uno spazio in cui gli sarà facile masticare tecnologia.