Fusione Wind e 3 Italia dal 1 gennaio 2017: tutti i pro ed i contro

La fusione Wind e 3 Italia sarà conclusa a partire dal 1 gennaio 2017, probabilmente con effetto immediato. Lo ha di recente confermato Maximo Ibarra, CEO del gestore arancione, non ci si può proprio sbagliare. Il parere sembra unanime, la joint venture recherà tanti vantaggi, soprattutto ai clienti degli attuali operatori telefonici. A che livello? Naturalmente l’operazione avrà i suoi pro ed i suoi contro. Cerchiamo un attimo di fare chiarezza in entrambi i sensi.

Partendo dai pro, la fusione Wind e 3 Italia regalerà senz’altro una copertura più profonda e capillare: le infrastrutture si uniranno insieme, favorendo la qualità della rete e dei relativi servizi in erogazione. Oltretutto, l’unione tra i due operatori innescherebbe automaticamente l’ingresso nel mercato italiano di Free Mobile, un gestore che in terra transalpina sta facendo molto bene parlare di sé per i prezzi più che competitivi (restano da vedere quali tariffe proporrebbe per il nostro mercato).

Secondo alcune indiscrezioni, la fusione Wind e 3 Italia non graverebbe sulle condizioni contrattuali degli attuali piani telefonici, che dovrebbero restare invarianti nell’offerta proposta e nel prezzo corrisposto (certo, presto per dirlo, ma in linea di massima dovrebbe essere così).

Passiamo adesso ai contro che come in ogni cosa non mancheranno. Almeno per i primi tempi, la fusione Wind e 3 Italia potrebbe generare qualche disservizio, proprio in virtù dell’unificazione tra le infrastrutture. Si spera in problemi di lieve entità, che vengano risolti a giro stretto per non gravare sulla qualità del servizio offerto.

Potrebbero cambiare anche le vostre abitudini (punti vendita di fiducia, modalità di assistenza e di ricarica e così via dicendo), ma nulla che possa arrecarvi chissà quale disturbo rispetto ai plus garantiti. Staremo a vedere 😉

tecnologyblog78

About tecnologyblog78

Giovane Siciliano di 36 anni appassionato di tecnologia in genere. Nutre una vera e propria passione per lo spazio ed anche per gli smartphone. Grazie a questo nuovo progetto vuole riuscire a portare l’informazione tecnologia ad un nuovo livello. Ora anche gli utenti meno capaci potranno trovare uno spazio in cui gli sarà facile masticare tecnologia.