Google sta sviluppando due nuovi droni per dare accesso alla rete internet

Google è impegnatissima nel creare una rete di nuova generazione che possa fornire connettività nelle aree più remote, per questo ha sviluppato negli ultimi anni il Project Loon e contestualmente attivato il Project Titan, acquisendo l’omonima agenzia aerospaziale lo scorso anno. La casa di Mountain View ha intenzione di ampliare la flotta, per questo ha richiesto le autorizzazioni per due nuovi droni alla FAA statunitense, modelli inediti che pare rientreranno proprio all’interno del programma Titan.

Per fornire connettività dall’alto ci vuole ben più che i classici droni consumer con quattro o più eliche, questi modelli in sviluppo da Google peseranno comunque meno di 25 kg, potranno viaggiare fino a 160 km/h e ad un’altezza di 120m. Quest’ultimo punto stona con i soliti progetti che puntano invece alla stratosfera, dove le interazioni con altri elementi è nulla e la resistenza dell’aria minima, senza contare la possibilità di ricevere e sfruttare i raggi solari con meno ‘filtri’.

Il capo della divisione X di Google, Astro Teller, ha già annunciato in passato che ci sarà un aggiornamento sul fronte droni già quest’anno, possibile dunque che avremo maggiori informazioni sulle reali intenzioni di bigG. Il Project Titan nel frattempo ha ‘traslocato’, con l’avvento di Alphabet è passata infatti sotto la divisione Access and Energy, azienda separata che ha al comando Craig Barratt.

tecnologyblog78

About tecnologyblog78

Giovane Siciliano di 36 anni appassionato di tecnologia in genere. Nutre una vera e propria passione per lo spazio ed anche per gli smartphone. Grazie a questo nuovo progetto vuole riuscire a portare l’informazione tecnologia ad un nuovo livello. Ora anche gli utenti meno capaci potranno trovare uno spazio in cui gli sarà facile masticare tecnologia.