Huawei Mate 8

 

Huawei Mate 8

Huawei Mate 8 è il prossimo phablet del gruppo cinese, in arrivo in Italia nei primi mesi del 2016. Quel che il Mate 8 consegna al mercato è un prodotto che cerca il miglior compromesso tra qualità e prezzo, rimanendo al di sotto dei costi dei top di gamma, ma al tempo stesso offrendo design ed esperienza software rinnovati. Con il Mate 8, soprattutto, Huawei esce dall’opzione Nexus per proporre una soluzione propria: un phablet dual-sim, con schermo protagonista e autonomia fortemente migliorata rispetto a prodotti omologhi del recente passato.

L’azienda offre un’ampia scelta di smartphone, tra cui spicca il recente Mate S, il primo con tecnologia Force Touch. Il Mate 8, annunciato in Cina il 26 novembre, possiede lo stesso schermo del Mate 7, ma gli altri componenti hardware sono stati aggiornati. Il nuovo processore, in particolare, garantisce prestazioni maggiori e consumi più bassi. Anche se l’estetica non è cambiata molto rispetto al precedente modello, ci sono alcune differenze che verranno sicuramente notate dagli utenti che già hanno apprezzato il percorso di maturazione Huawei.

Huawei Mate 8: design

Il Mate 8 è realizzato interamente in alluminio, materiale che per leggerezza e resistenza sta trovando spazio sempre maggiore applicazione, a partire dall’industria aeronautica fino ai laboratori degli smartphone. Il telaio unibody ha spessore pari ad appena 7,9 millimetri e dona al phablet un aspetto molto gradevole. Huawei ha migliorato l’ergonomia, incrementando leggermente la curvatura della parte posteriore. Il vetro frontale di tipo 2.5D occupa quasi l’intera larghezza, quindi le cornici sembrano invisibili. In realtà è presente un bordo di circa 1,5 millimetri. Lo screen-to-body ratio è comunque molto elevato: 83%. Altre novità estetiche sono la fotocamera e il lettore di impronte digitali sul retro dello smartphone, entrambi di forma circolare.

Huawei è ormai uno dei maggiori produttori mondiali di smartphone. Nel corso degli anni ha migliorato la sua offerta per ogni fascia di prezzo, aggiungendo al suo catalogo dispositivi dall’ottimo rapporto qualità/prezzo. Il successo sul mercato dei modelli di fascia media e alta è stato confermato dai risultati finanziari del terzo trimestre 2015: 27,3 milioni di unità spedite con un incremento del 63% rispetto allo stesso periodo del 2014. La crescita del produttore cinese ha permesso di ottenere la fiducia di Google: il Nexus 6P è infatti prodotto da Huawei. Migliori materiali, design affinato e nuove funzionalità hanno reso i top di gamma del gruppo opzioni del tutto valide e sempre più appetibili anche sul mercato italiano.

Mate 8: le specifiche tecniche

Il Mate 8 possiede uno schermo IPS da 6 pollici con risoluzione full HD (1920×1080 pixel) protetto dalla resistenza del Corning Gorilla Glass 4. Huawei non ha quindi scelto un pannello Quad HD come altri produttori, probabilmente per non incidere negativamente sull’autonomia e forse perché un display migliore avrebbe incrementato i costi. Il phablet integra un processore octa core Kirin 950, realizzato da TSMC con processo produttivo FinFET+ a 16 nanometri. Il SoC è formato da quattro core ARM Cortex-A72 a 2,3 GHz, quattro core ARM Cortex-A53 a 1,8 GHz, GPU Mali T-880MP4 a 900 MHz e modem LTE Cat. 6.

La dotazione hardware include inoltre 3 o 4 GB di RAM LPDDR4 e 32/64/128 GB di memoria flash, espandibile con schede microSD. La fotocamera posteriore da 16 megapixel usa un sensore Sony IMX298 da 1/2.8″ (pixel da 1,12 micrometri) con PDAF (Phase Detection Autofocus). L’ottica offre lenti con apertura f/2.0 e la stabilizzazione delle immagini. A causa delle limitazioni del Kirin 950, il dispositivo può registrare solo video full HD (accantonando pertanto per il momento la possibilità 4K). Per la fotocamera frontale è stato scelto lo stesso sensore Sony IMX179 da 8 megapixel del Mate S (1/3.2″, pixel da 1,4 micrometri e apertura f/2.4).

La connettività è garantita dai chip WiFi 802.11ac dual band, Bluetooth 4.2, GPS, NFC e LTE. Come altri modelli Huawei, anche il Mate 8 è dual SIM (nano). Il secondo slot può essere usato per la microSD. La batteria da 4.000 mAh offre un’autonomia fino a 18 ore in conversazione. Huawei afferma che la durata è il 30% superiore a quella del Mate 7, grazie alla migliore efficienza del processore. Nonostante l’assenza della porta USB Type-C, la ricarica raggiunge il 37% in 30 minuti con un alimentatore da 9 Volt e 2 Ampere, mentre la ricarica completa avviene in 2,5 ore.

Oltre ai tradizionali sensori (accelerometro, giroscopio, prossimità, luce ambientale, bussola, effetto Hall), il Mate 8 integra il coprocessore i5 che gestisce alcune funzionalità come riconoscimento vocale, riproduzione MP3 e navigazione,

Sistema operativo e app per il Huawei Mate 8

Il Mate 8 è il primo smartphone “non Nexus” con Android 6.0 Marshmallow. Gli utenti non troveranno però la versione stock, ma quella personalizzata da Huawei con l’interfaccia Emotion UI 4.0. Il produttore ha inoltre preinstallato diverse applicazioni per SMS, email, calendario, fotografia e navigazione. Altre sfruttano il lettore di impronte digitali per i pagamenti mobile e i sensori integrati per il tracciamento di vari parametri durante l’attività fisica, anche in abbinamento con smartwatch.

Per Huawei si tratta di un passo importante nell’ottica di un’evoluzione della propria offerta. Accanto a design e dotazioni tecniche, infatti, il gruppo investe anche nella personalizzazione del software per delineare una esperienza più coinvolgente e caratterizzante. Il Mate 8 è pertanto anzitutto una accelerazione verso una realtà di maggior prestigio alla ricerca di nuove sacche di mercato.

Prezzi e disponibilità del Huawei Mate 8

Il Mate 8 verrà offerto in quattro colori (Champagne Gold, Moonlight Silver, Space Gray e Mocha Brown) e sarà in vendita in Cina all’inizio del 2016. I prezzi sono i seguenti (al cambio attuale, senza tasse):

  • 3 GB RAM – 32 GB storage: 2.999 yuan (circa 443 euro)
  • 4 GB RAM – 64 GB storage: 3.699 yuan (circa 547 euro)
  • 4 GB RAM – 128 GB storage: 4.399 yuan (circa 651 euro)

Il lancio globale avverrà durante il CES 2016 di Las Vegas, previsto tra il 6 e il 9 gennaio. In tale occasione saranno comunicati disponibilità e prezzi per gli altri mercati. L’arrivo in Italia è pertanto ipotizzabile per la primavera del 2016.

tecnologyblog78

About tecnologyblog78

Giovane Siciliano di 36 anni appassionato di tecnologia in genere. Nutre una vera e propria passione per lo spazio ed anche per gli smartphone. Grazie a questo nuovo progetto vuole riuscire a portare l’informazione tecnologia ad un nuovo livello. Ora anche gli utenti meno capaci potranno trovare uno spazio in cui gli sarà facile masticare tecnologia.