La disputa tra Samsung e Nvidia sembra volgere a favore del produttore sud coreano

Durante gli ultimi mesi del 2014, Nvidia, Samsung e Qualcomm sono state le protagoniste di una nuova battaglia legale che ha visto Nvidia citare i due rivali a causa della presunta violazione di alcuni brevetti relativi alle GPU utilizzate sui SoC Qualcomm e Exynos presenti su molti terminali Samsung, arrivando a chiedere il ban dagli USA per una lunga lista di dispositivi sud coreani, top di gamma inclusi.

Questo accadeva lo scorso settembre 2014 e, dopo solo due mesi, Samsung ha risposto alle accuse di Nvidia denunciandola a sua volta per lo stesso motivo, ovvero l’infrazione di alcuni brevetti con le GPU presenti in molti SoC Tegra e sulle GPU GeForce.

A un anno di distanza arrivano novità in merito alla vicenda e non sembrano essere molto positive per Nvidia. Un giudice amministrativo della International Trade Commission (ITC), ha infatti stabilito che Samsung non ha commesso alcuna infrazione dei brevetti, ma che anzi uno dei brevetti presentati da Nvidia sia da ritenere non valido per via del fatto che contiene molti elementi già descritti in altri brevetti registrati precedentemente.

Questo rappresenta sicuramente un duro colpo per l’impianto accusatorio di Nvidia che rischia di trovarsi in una posizione decisamente scomoda: non solo sembra ormai difficile che si possa ottenere il divieto di vendita dei dispositivi Samsung, ma la situazione potrebbe completamente ribaltarsi a suo sfavore.

Rispetto a una comune causa civile, che può impiegare molti anni per giungere al termine (tra primo grado e appello), mentre il ricorso alla International Trade Commission garantisce tempistiche molto più rapide e verdetti più efficaci, dal momento che il ban delle vendite è uno degli elementi in grado di danneggiare maggiormente una società. Non ci resta quindi che attendere la prossima puntata per scoprire quali saranno le conseguenze per Nvidia.

tecnologyblog78

About tecnologyblog78

Giovane Siciliano di 36 anni appassionato di tecnologia in genere. Nutre una vera e propria passione per lo spazio ed anche per gli smartphone. Grazie a questo nuovo progetto vuole riuscire a portare l’informazione tecnologia ad un nuovo livello. Ora anche gli utenti meno capaci potranno trovare uno spazio in cui gli sarà facile masticare tecnologia.