La pelle hi-tech che ‘legge’ il sudore

 

La pelle artificiale che sa 'leggere' il sudore (fonte:J. Rogers, Northwestern University)

Trasparente, sottilissima, flessibile e soprattutto sa ‘leggere’ tutte le informazioni contenute nel sudore, preziose per controllare lo stato di salute generale e per lanciare un campanello d’allarme se c’e’ il rischio di disidratazione. Messa a punto da un gruppo di ricerca internazionale coordinato dall’Universita’ dell’Illinois a Urbana, la pelle che legge il sudore potra’ essere utilizzata per i computer indossabili del futuro.

Il sudore e’ ricco di sostanze spia delle condizioni generali dell’organismo, come proteine e glucosio, alcune delle quali potrebbero essere utilizzare per la diagnosi di malattie come la fibrosi cistica. Il gruppo internazionale, coordinato da Ahyeon Koh, ha sperimentato la pelle artificiale su nove volontari mentre facevano attivita’ fisica in palestra e in altri 12 impegnati in esercizi fisici analoghi, ma all’aria aperta.

Una volta rilevati i dati relativi alle sostanze presenti nel sudore, la pelle li ha trasmessi con una connessione wireless a uno smartphone. I primi risultati sono stati positivi, tanto che il prossimo obiettivo dei ricercatori e’ sperimentare la pelle hi-tech per ‘leggere’ anche lacrime e saliva, cosi’ come di modificarla in modo che possa rilevare l’uso di sostanze stupefacenti.

tecnologyblog78

About tecnologyblog78

Giovane Siciliano di 36 anni appassionato di tecnologia in genere. Nutre una vera e propria passione per lo spazio ed anche per gli smartphone. Grazie a questo nuovo progetto vuole riuscire a portare l’informazione tecnologia ad un nuovo livello. Ora anche gli utenti meno capaci potranno trovare uno spazio in cui gli sarà facile masticare tecnologia.