L’arrivo di Free Mobile in Italia più vicin

Quasi 250 mila nuovi clienti per Free Mobile nel primo trimestre 2017. Parliamo ovviamente, dei dati francesi dell’ operatore ormai prossimo all’ arrivo anche in Italia.

Crescita Free Mobile
Dalla Francia arrivano dati incoraggianti sulla crescita di Free Mobile. L’ Italia è sempre più vicina per la creatura di Xavier Niel.

Mentre al quartier generale parigino si è in costante contatto con l’ avamposto Iliad Italia a Milano, arrivano i dati delle attività di Free Mobile in Francia. Crescita inarrestabile per il quarto operatore infrastrutturato francese.

Cresce la base abbonati, ormai giunta a 12.940.000 clienti.

Free si conferma come leader nel mercato delle nuove attivazioni. Dal suo arrivo si sono contratti i numeri degli incumbent e c’ è stata una vera e propria moria tra gli operatori virtuali.

Oggi Free Mobile in Francia, a distanza di pochi anni dal lancio, detiene una quota del 18% del mercato.

Si tratta senza dubbio di una delle startup più veloci del mercato delle telecomunicazioni.

Cresce soprattuto il consumo di dati. I clienti Free sono tra i più avidi utilizzatori di internet in 4G. Grazie al rapido potenziamento della copertura diretta, oggi Free ha visto un incremento di dati di più del 20%.

Mediamente, un cliente Free Mobile utilizza 6 giga di internet al mese. Ben lontano dal limite imposto dal gestore di 50 giga mensili.

Oggi Free Mobile è al lavoro in Francia per completare la propria copertura e terminar il processo di indipendenza dal roaming nazionale con Orange.

Entro la fine di maggio arriveranno dati più certi sull’ arrivo della compagnia telefonica nel nostro Paese. Ovviamente, come sempre, noi di UpGo.news saremo i primi a svelarvi le principali novità.

tecnologyblog78

About tecnologyblog78

Giovane Siciliano di 36 anni appassionato di tecnologia in genere. Nutre una vera e propria passione per lo spazio ed anche per gli smartphone. Grazie a questo nuovo progetto vuole riuscire a portare l’informazione tecnologia ad un nuovo livello. Ora anche gli utenti meno capaci potranno trovare uno spazio in cui gli sarà facile masticare tecnologia.