Mark Zuckerberg donerà 500 mila euro alla Croce Rossa

“Il successo non si misura dalla condivisione delle foto, ma da quanto la nostra community può fare in caso di disastri naturali, come il terremoto”. Il fondatore di Facebook donerà 500 mila euro alla Croce Rossa

Mark Zuckerberg

Mark Zuckerberg ha intenzione di donare 500 mila euro in pubblicità alla Croce Rossa. La donazione nasce come un gesto di solidarietà nei confronti delle persone che hanno perso casa e affetti a causa del sisma che ha colpito il Centro Italia lo scorso 24 agosto. Il fondatore di Facebook ha deciso di divulgare la notizia nella giornata di ieri, durante un incontro alla Luiss.

Il fondatore di Facebook: “L’Italia è un paese che amo

Quando ho saputo del terremoto, mi sono sentito molto triste. La prima reazione è stata chiedersi cosa potesse fare Facebook per aiutare l’Italia. Così abbiamo integrato la funzionalità safety check attraverso la quale gli utenti possono rassicurare i propri amici in caso di pericolo“, ha dichiarato Zuckerberg durante un incontro con gli studenti della Luiss.

Proprio in questi giorni, il fortunato imprenditore statunitense si trova in visita nel nostro Paese. Dopo una breve sosta sul Lago di Como per presenziare al matrimonio del fondatore di Spotify, Mark Zuckerberg ha incontrato Papa Francesco e il Presidente del Consiglio Matteo Renzi per illustrare loro le modalità di intervento della piattaforma per offrire supporto alle popolazioni colpite dal sisma.

Volevamo fare qualcosa di più. Pertanto, abbiamo iniziato a lavorare con la Croce Rossa. Abbiamo donato 500 mila euro e messo a loro completa disposizione la piattaforma di Facebook“. Inoltre, il CEO del famoso social network ha confidato di essere rimasto particolarmente colpito da un ristorante italiano che “ha reso noto, attraverso il proprio profilo Facebook, che per ogni piatto di amatriciana devolverà un euro per gli aiuti ai terremotati“. Si tratta di un’iniziativa solidale, alla quale hanno aderito oltre 700 ristoranti.

Il successo non si misura dalla condivisione delle foto

Il successo non si misura dalla condivisione delle foto, ma da quanto la nostra community può fare in caso di disastri naturali, come il terremoto” ha concluso il papà di Facebook. L’obiettivo è mettere a disposizione degli utenti tutti gli strumenti necessari per intervenire in situazioni particolarmente difficili. E noi non possiamo che essere d’accordo.

tecnologyblog78

About tecnologyblog78

Giovane Siciliano di 36 anni appassionato di tecnologia in genere. Nutre una vera e propria passione per lo spazio ed anche per gli smartphone. Grazie a questo nuovo progetto vuole riuscire a portare l’informazione tecnologia ad un nuovo livello. Ora anche gli utenti meno capaci potranno trovare uno spazio in cui gli sarà facile masticare tecnologia.