Microsoft deposita brevetto su PC modulare

Microsoft deposita brevetto su PC modulare

Microsoft ha brevettato un “dispositivo di computazione modulare” con componenti che si possono installare le une sulle altre.

L’idea alla base di questo brevetto è consentire agli appassionati di fare l’upgrade del proprio computer rimpiazzando specifiche componenti piuttosto che acquistare una macchina completamente nuova. Microsoft ha depositato il brevetto nel mese di luglio 2015, ma questo è diventato pubblico solamente nell’ultima settimana. Il brevetto indica tra gli autori Tim Escolin, designer industriale senior che ha già fatto parte del team che si è occupato dei dispositivi e degli accessori della famiglia Microsoft Surface.

A differenza di altri sistemi simili, come si può vedere nelle immagini a corredo del brevetto, è incluso un display, mentre nella lista delle componenti modificabili e impilabili si trovano la batteria, il processore, la scheda video, la memoria, l’unità di storage, gli speaker e il modulo wireless. Ci sono anche una componente per il riconoscimento delle gesture e un’unità di proiezione olografica che, probabilmente, è pensata per funzionare insieme a Microsoft HoloLens.

Da queste informazioni sembra che Microsoft stia pensando a un sistema che l’utente può modulare sulla base dei servizi Microsoft a cui è interessato ad accedere. Il progetto che il brevetto Microsoft richiama alla mente è Project Ara di Google, uno smartphone modulare i cui componenti possono essere sostituiti in base ad una particolare esigenza del momento.

“In questo modo, il dispositivo può essere modificato dall’utente in modo intuitivo senza che sia richiesta una conoscenza dettagliata dell’hardware”, hanno scritto gli autori del brevetto. Naturalmente l’esistenza del brevetto non conferma automaticamente che Microsoft stia lavorando sul progetto. Tuttavia, sembra chiaro che alcuni dei suoi ingegneri stiano valutando delle soluzioni in tale direzione.

Razer aveva presentato un progetto molto simile al CES 2014 nel caso di Project Christine che, però, a due anni dall’annuncio non è ancora disponibile per l’acquisto. Revo Build M1-601 è un altro esempio: questo sistema modulare di Acer però non presentava la soluzione video che invece sembra integrata nel concept di Microsoft. Quest’ultima, infine, ha fatto recentemente un esperimento nell’ambito modulare, e ci riferiamo in questo caso all’Xbox One Elite Controllerprodotto in collaborazione cn Scuf Gaming.

tecnologyblog78

About tecnologyblog78

Giovane Siciliano di 36 anni appassionato di tecnologia in genere. Nutre una vera e propria passione per lo spazio ed anche per gli smartphone. Grazie a questo nuovo progetto vuole riuscire a portare l’informazione tecnologia ad un nuovo livello. Ora anche gli utenti meno capaci potranno trovare uno spazio in cui gli sarà facile masticare tecnologia.