Motorola Moto X Force arriverà a novembre e avrà uno schermo indistruttibile

È ufficiale la versione internazionale del Motorola Droid 2 Turbo, chiamata Motorola Moto X Force. Arriverà sul mercato in una non meglio precisata data di novembre, portando con sé ShatterShield, la tecnologia che rende lo schermo resistentissimo, come ci mostra il presidente in un simpatico video.

 

Motorola Moto X Force è il nome con cui sarà conosciuto sui mercati internazionali il Motorola Droid 2 Turbo mostrato poco tempo fa negli Stati Uniti dalla casa alata e Verizon. Lo smartphone è stato annunciato oggi ma Motorola non ha specificato una data precisa per la disponibilità, limitandosi a parlare del prossimo mese di novembre.

Moto X Force Ballistic Nylon

Motorola Moto X Force/Droid 2 Turbo è il vero top gamma della nuova gamma di smartphone presentati dall’azienda statunitense, potendo contare su una scheda tecnica superiore anche a quella del Motorola Moto X Style, essendo formata da un display da 5.4 pollici AMOLED con risoluzione Quad HD, SoC Qualcomm Snapdragon 810, 3 GB di memoria RAM LPDDR4, 32 o 64 GB di memoria interna, espandibile tramite schede microSD, fotocamera posteriore da 21 megapixel con autofocus a rilevazione di fase e doppio flash LED con obiettivo f/2.0, webcam anteriore da 5 megapixel sempre con apertura f/2.0, batteria da 3760 mAh con supporto alla ricarica rapida e a quella wireless, moduli 4G-LTE, A-GPS, Wi-Fi 802.11ac, Bluetooth 4.1 ed NFC ed Android 5.1.1 Lollipop come sistema operativo, il tutto all’interno di una scocca impermeabile.

RickDrop

Tuttavia la sua caratteristica principale è forse un’altra, la tecnologia ShatterShield adottata per il display e di cui vi abbiamo già parlato di recente, che rende lo schermo particolarmente resistente a urti e cadute. Quanto resistente? Ce lo mostra in un simpatico video muto il presidente di Motorola Mobility, Rich Osterloh che fa cadere uno dopo l’altro su un pavimento di pietra un iPhone 6, un Samsung Galaxy S6 e, ovviamente, il Motorola Moto X Force col risultato che l’unico a mantenere intatto lo schermo è solo l’ultimo.

A onor del vero però il video presenta dei salti di montaggio per tutti e tre gli esemplari, quindi non dimostra nulla di concreto, è chiaro che si tratta esclusivamente di marketing al momento, saranno invece i test indipendenti a dirci la verità, però ShatterShield sembra comunque una soluzione interessante.

tecnologyblog78

About tecnologyblog78

Giovane Siciliano di 36 anni appassionato di tecnologia in genere. Nutre una vera e propria passione per lo spazio ed anche per gli smartphone. Grazie a questo nuovo progetto vuole riuscire a portare l’informazione tecnologia ad un nuovo livello. Ora anche gli utenti meno capaci potranno trovare uno spazio in cui gli sarà facile masticare tecnologia.