Nexus 5X contro Nexus 5: chi è il più veloce ad aprire le app?

Nexus 5X ha il compito, non proprio semplice, di far dimenticare il vecchio Nexus 5, uno tra i googlefonini più apprezzati. Ma come se la cava in uno scontro testa a testa con il suo predecessore? Ecco la risposta.

 

Puntualmente, ecco che arriva uno dei primi test che mettono a confronto il nuovissimo Nexus 5X contro il precedente Nexus 5, classe 2013. Due anni in ambito smartphone equivalgono a un’era geologica diversa, e qualcuno potrebbe affermare che si tratta di uno scontro impari eppure, prima di sentenziare, vi lasciamo al video di seguito.

Il test calcola il tempo dall’avvio dei due smartphone fino a due giri di apertura di varie app, ecco:

Siete sorpresi? Credevate che il vecchio quad-core Snapdragon 800 non potesse nulla contro il potente esa-core Snapdragon 808? In realtà le cose vanno oltre la pura e semplice potenza di calcolo. È il sistema di crittografia dei dati, di serie su tutti gli smartphone made in Google, che penalizza le prestazioni.

Già la cosa aveva fatto discutere su Nexus 6, ma si tratta del prezzo da pagare per una maggiore sicurezza dei dati stipati nella memoria degli smartphone. Ovviamente non si tratta di differenze abissali, e di certo il test non è rappresentativo della velocità di Nexus 5X in uno scenario d’uso reale, dove di sicuro non si sta lì a contare il millesimo di secondo di apertura di un’applicazione.

Nexus 5X è dotato di uno schermo FullHD da 5,2 pollici protetto dal Gorilla Glass 3. Come detto prima, il cuore pulsate è uno Snapdrogon 808 affiancato da 2 GB di RAM e fino a 32 GB di memoria interna. La fotocamera è da 12,3 megapixel, mentre quella frontale è da 5 megapixel. L’autonomia è affidata ad una batteria da 2700 mAh, e il debutto in Italia è previsto per il prossimo 9 novembre.

tecnologyblog78

About tecnologyblog78

Giovane Siciliano di 36 anni appassionato di tecnologia in genere. Nutre una vera e propria passione per lo spazio ed anche per gli smartphone. Grazie a questo nuovo progetto vuole riuscire a portare l’informazione tecnologia ad un nuovo livello. Ora anche gli utenti meno capaci potranno trovare uno spazio in cui gli sarà facile masticare tecnologia.