Nuovi dati impressionanti: Free Mobile promette davvero bene: in patria sta facendo faville, in Italia?

La curiosità suscitata da Free Mobile è tanta: i colossi della telefonia nazionale, TIM e Vodafone, stanno cercando di esorcizzare al meglio possibile l’avvento di questo quarto operatore, che in Francia sta letteralmente spopolando.

Oggi siamo qui proprio per parlarvi del successo del provider, che, in territorio transalpino ha raggiuto quota 250 mila nuovi utenti nel 2017, un traguardo quasi inaspettato. In totale si parla di 12 milioni e 940 mila clienti.

Il bersaglio preferito di Free Mobile restano i gestori virtuali, che in patria se la stanno passando davvero molto male. Una quota di mercato pari al 18 % per la TLC, che si attesta essere la realtà di successo più rapida venuta fuori negli anni nel campo delle telecomunicazioni digitali.

Va per la maggiore nel mondo Free Mobile il consumo dati in 4G cresciuto del 20 %. In media si calcola l’erogazione di 6 GB/mese per cliente, a fronte del limite dei 50 previsto dall’operatore.

Tali risultati stanno mettendo Free Mobile nelle condizioni di svincolarsi ben presto dal roaming sotto rete Orange, la fine di un vincolo che lo proietterà definitivamente nel quadro dei grandi della telefonia digitale.

A questo punto, resta da capire se il successo maturato in Francia possa ripetersi anche in Italia, dove la situazione si rivelerà comunque diversa rispetto alle condizioni sussistenti nel mercato transalpino nel lontano 2007 (anno di fondazione di Free Mobile).

Una scommessa dal sapore vincente, che parte da premesse a dir poco stupefacenti: tutto è ancora in ballo, e può ancora succedere (molto dipenderà dalle tariffe e dalle offerte proposte, ma soprattutto dalla qualità del segnale erogato, tutti parametri da poter valutare solo a cose fatte).

tecnologyblog78

About tecnologyblog78

Giovane Siciliano di 36 anni appassionato di tecnologia in genere. Nutre una vera e propria passione per lo spazio ed anche per gli smartphone. Grazie a questo nuovo progetto vuole riuscire a portare l’informazione tecnologia ad un nuovo livello. Ora anche gli utenti meno capaci potranno trovare uno spazio in cui gli sarà facile masticare tecnologia.