Peeple: in arrivo l’applicazione per recensire le persone

Prima di prenotare un albergo, un ristorante, acquistare qualsiasi oggetto su internet e molte altre operazioni, ci affidiamo ormai alle recensioni per capire se vale o meno la spesa. A breve avremo la possibilità di recensire ex fidanzati, colleghi di lavoro, amici o vicini di casa, con un punteggio da una a cinque stelle; avremo così la possibilità di cercare informazioni riguardo alla persona che stiamo per conoscere. Tutto questo con Peeple. A novembre, infatti, arriverà Peeple, un’applicazione che ci consentirà di recensire le persone. L’idea di realizzare quest’applicazione è partita da due imprenditrici californiane, Julia Cordray e Nicole Mc Cullough, che hanno già raccolto investimenti per 7.6 milioni di dollari. Per iscriversi a Peeple sarà necessario avere 21 anni, un account di Facebook e utilizzare il nome reale. Si potrà recensire una persona in base a tre ambiti differenti: lavorativo, personale e sentimentale. Se esprimerete un giudizio positivo verrà subito pubblicato online mentre un giudizio negativo richiederà 48 ore per essere approvato e dare la possibilità alla controparte di controbattere. Una volta approvato, il giudizio negativo non potrà più essere eliminato. Degli utenti non registrati – che quindi non possono replicare a punteggi negativi – saranno mostrati solo i commenti positivi. Prima dell’iscrizione sarà necessario, inoltre, rispettare le leggi sulla diffamazione. ”Non è importante se c’è più gente a cui piacciamo o a cui non piacciamo: quello che conta è quello che le persone dicono su di noi” dice una delle fondatrici al quotidiano britannico Guardian. Voi cosa ne pensate ? E’ giusto basare la conoscenza di qualcuno su una recensione online ? D’altronde ognuno ha un’opinione soggettiva di una persona.

tecnologyblog78

About tecnologyblog78

Giovane Siciliano di 36 anni appassionato di tecnologia in genere. Nutre una vera e propria passione per lo spazio ed anche per gli smartphone. Grazie a questo nuovo progetto vuole riuscire a portare l’informazione tecnologia ad un nuovo livello. Ora anche gli utenti meno capaci potranno trovare uno spazio in cui gli sarà facile masticare tecnologia.