Recensione Huawei Mate 8, il Phablet di riferimento del mercato Android

 Huawei Mate 8 arriva sul mercato con il nuovo processore HiSilikon Kirin 950 che ha fatto molto parlare nelle settimane passate, come si sarà comportato il prodotto durante i nostri test? Scopriamolo insieme!
Dopo aver visto cosa contiene la confezione ed aver provato e stressato il prodotto è arrivato il momento di tirare le conclusioni, vale la pena acquistare Huawei Mate 8? Quali sono di suoi punti forti ed i suoi punti deboli? Scopriamolo insieme nella nostra recensione completa.

Materiali, costruzione, design ed ergonomia:

La scocca del dispositivo è realizzata con un corpo unico in metallo dove vengono integrate due piccole sezioni in plastica per le antenne mentre la parte anteriore trova un vetro Gorilla Glass 4, ovvero il meglio che il mercato attualmente offre, leggermente curvo nei lati.

Inutile dire che la costruzione è ottima, non esistono scricchiolii o difetti dato che ormai l’azienda ci ha abituato a questo tipo di sensazioni.

Il design non si discosta molto da quello del modello precedente tranne per alcune piccole accortezze come per esempio lo speaker ora spostato intelligentemente nella parte inferiore del prodotto oppure ancora l’anello che circonda la fotocamera.

Parlare di ergonomia in un prodotto così grande è sempre difficile, utilizzarlo con una mano è praticamente impossibile dato che parliamo di 157,1 millimetri di altezza, 80,6 di larghezza, 7,9 di spessore e 185 grammi di peso.

Tutto sommato comunque la forma ad arco posteriore rende comoda la presa con due mani.

Recensione Huawei Mate 8

Hardware:

Passiamo al lato Hardware e partiamo parlando dell’enorme display da 6 pollici LED IPS NEO Full HD 1920 x 1080 pixel con 368 pixel per pollice, è vero non parliamo di un pannello Quad HD ma vi assicuriamo che la densità di pixel è ottima, le immagini restituite sono contrastate ed illuminate al punto giusto e soprattutto questa soluzione permette un notevole risparmio di energia.

Ottima anche la gestione della luminosità, in esterno nessun problema a visualizzare il display grazie anche alla modalità che alza al massimo i contrasti sotto la luce diretta del sole.

Il processore è il nuovo HiSilikon Kirin 950 Octa Core formato da un Quad Core da 2,3 Ghz Cortex A72 ed un Quad Core da 1,8 Ghz Cortex A53 assistito da 3 GB di memoria RAM ed una GPU Mali T880 MP4.

Tutti questi numeri significano risultati molto alti nei Benchmark, moltissima potenza a disposizione e mai un minimo Lag nemmeno utilizzando giochi molto pesanti che girano sempre al massimo dei dettagli, non abbiamo dubbi a dire che è il processore più potente provato fino ad oggi.

Internamente troviamo inoltre 32 GB di memoria espandibile via Micro SD sacrificando uno Slot Sim dato che il prodotto è anche Dual Sim.

Sotto alla scocca è alloggiata una batteria enorme da 4000 mAh che integra la tecnologia di ricarica rapida in grado di portare da 0 a 100 il prodotto in meno di due ore, ottima l’autonomia che permette di arrivare a sera anche con utilizzi molto intensi e senza reti Wi-Fi superando abbondantemente le 4 ore di display attivo nel nostro caso.

Mate 8 è però prima di tutto un telefono e sotto questo aspetto il prodotto non delude grazie ad una ricezione sempre potente e precisa, al supporto in entrambi gli Slot alle reti LTE di categoria 6 quindi fino a 300 mbps in download e 50 in upload e grazie all’audio chiaro e di qualità sia dallo speaker che dalla capsula altoparlante.

Oltre a quanto detto troviamo GPS con Glonass che offre segnale potente e preciso, Wi-Fi A/B/G/N/AC e Chip NFC.

Recensione Huawei Mate 8

Parliamo ora del reparto fotografico che comprende all’anteriore un buon sensore da 8 megapixel che vi permetterà di scattare Selfie di qualità e sul retro un 16 megapixel con LED Flash a luce calda e fredda e quindi doppio.

Gli scatti sono buoni in tutte le condizioni e rimangono apprezzabili anche se visti su display più grandi, particolari problemi sotto questo aspetto non li abbiamo notati.

 

I video possono essere registrati in Full HD a 60 frame per secondo quindi niente 4K, trovate un video di test nel filmato della recensione a fine articolo.

Recensione Huawei Mate 8

Software:

Mate 8 è il primo Android non Nexus dell’azienda ad arrivare sul mercato già conAndroid 6.0 Marshmallow ed Emotion UI 4.0 che rende appunto irriconoscibile la versione Stock del sistema operativo.

Nel complesso il prodotto si muove in maniera egregia, il software ha una grafica moderna soprattutto all’interno di alcune applicazioni come la fotocamera che integra molte funzioni interessanti ed abbiamo una buona possibilità di personalizzazione grazie ai temi che lavorano su icone, wallpaper eccetera.

Abbiamo apprezzato molto anche la gestione della doppia scheda che permette di selezionare senza riavvii o cambi di Sim il numero che vogliamo usare per chiamare, mandare SMS o navigare su internet in LTE.

Nel complesso quindi un sistema operativo fluido, ricco di funzioni ma forse troppo diverso da Android Stock, resta la possibilità di usare Launcher alternativi.

Prima di arrivare alle conclusioni è bene precisare che non abbiamo riscontrato alcun problema con le notifiche a display spento, ci teniamo a dirlo dato che in molti ci avevano chiesto di verificare questa cosa.

Recensione Huawei Mate 8

Conclusioni:

Mate 8 è l’esempio di come cambiando pochi tasselli di un prodotto si può creare un dispositivo totalmente nuovo ed incredibilmente valido, a tutto questo si aggiunge il prezzo di vendita di 599 euro che sicuramente lo rende molto più appetibile di prodotti della stessa fascia che costano circa 150 euro in più al lancio in media.

Noi vi consigliamo l’acquisto ad occhi chiusi se le dimensioni non sono un problema dato che difetti è praticamente impossibile trovarne se non parlando di ergonomia ma è ovvio parlando di un 6 pollici.

tecnologyblog78

About tecnologyblog78

Giovane Siciliano di 36 anni appassionato di tecnologia in genere. Nutre una vera e propria passione per lo spazio ed anche per gli smartphone. Grazie a questo nuovo progetto vuole riuscire a portare l’informazione tecnologia ad un nuovo livello. Ora anche gli utenti meno capaci potranno trovare uno spazio in cui gli sarà facile masticare tecnologia.