TIM diffonde il verbo tecnologico a scuola con Arduino

TIM con il progetto “Do It Yourself, applicazioni tecniche 2.0” vuole diffondere cultura digitale sia fra gli insegnanti che fra gli studenti.

 

La diffusione della cultura digitale deve partire dalle scuole ma oltre agli studenti bisogna pensare anche al corpo insegnanti. È questo lo spirito del progetto “Do It Yourself, applicazioni tecniche 2.0” di TIM, che ha scelto Torino per la sperimentazione. Si parla del coinvolgimento di oltre 1.000 studenti di 20 scuole secondarie di primo grado.

“Obiettivo del progetto è dare ai docenti di Tecnologia deIla scuola secondaria di primo grado l’opportunità di conoscere le potenzialità del digitale applicato sia alle attività di problem solving sia al making”, spiega la nota ufficiale.

the breakfast club 

Stamani il presidente di Telecom Italia Giuseppe Recchi ha tenuto a battesimo la lezione zero di “digital making” presso l’Istituto di Istruzione Secondaria Statale Piero Calamandrei. Gli studenti hanno potuto acquisire le prime competenze di elettronica attraverso un’esperienza pratica di uso di tecnologie hardware e software per la realizzazione di mini progetti.

“L’introduzione nelle scuole di strumenti per la didattica applicata al digitale  è una sfida cui non possiamo sottrarci. Il gap di competenze digitali di base per studenti e docenti in Italia è ancora molto elevato”, ha commentato Recchi. “Questo divario è visibile anche nel caso delle competenze specialistiche sull’ICT e nel numero di laureati in discipline Scientifiche o Tecnologiche (STEM). I piani della Buona Scuola sono un primo disegno organico di innovazione al quale TIM, con il suo impegno nella diffusione della cultura digitale nella scuola, intende dare un grande impulso”.

school of rock jack black
..

I docenti parteciperanno a una serie di incontri formativi per comprendere il potenziale delle tecnologie oggi disponibili.  Ad ognuna delle scuole coinvolte sono stati consegnati una serie di kit hardware “Arduino” con i quali i ragazzi, guidati da un team di docenti specializzati, hanno affrontato un percorso formativo portando a termine il mini progetto finale.

Le lezioni sono state suddivise in quattro parti che progressivamente hanno portato studenti e professori a sperimentare un semplice esempio di percorso didattico sul tema dell’elettronica:

  • Introduzione ai concetti fondamentali legati all’energia elettrica e all’ambiente di prototipazione rapida Arduino;
  • Realizzazione di un circuito;
  • Realizzazione di un mini progetto che aiuti i partecipanti a comprendere che possono passare dal ruolo di utenti a quello di creatori di tecnologia;
  • Sperimentazione da parte di ciascuna classe, con gli studenti suddivisi in piccoli gruppi impegnati a lavorare su uno dei tre progetti messi a disposizione.

“Questa iniziativa rientra nel più ampio progetto EducaTI, attraverso il quale l’azienda vuole favorire l’abilitazione al digitale del sistema scolastico italiano, sperimentando e promuovendo nuovi modelli di apprendimento e insegnamento”, conclude la nota. “L’iniziativa è parte delle attività “#ilfuturoèditutti” di Corporate Shared Value di TIM, un programma di interventi basati sulla creazione di valore condiviso con le comunità in cui il Gruppo Telecom Italia opera”.

tecnologyblog78

About tecnologyblog78

Giovane Siciliano di 36 anni appassionato di tecnologia in genere. Nutre una vera e propria passione per lo spazio ed anche per gli smartphone. Grazie a questo nuovo progetto vuole riuscire a portare l’informazione tecnologia ad un nuovo livello. Ora anche gli utenti meno capaci potranno trovare uno spazio in cui gli sarà facile masticare tecnologia.